Trip-guida di San Francisco

downtown San Francisco

downtown San Francisco

Non importa se siete stati negli States o meno. Tutto quello che avete visto prima sarà diverso da San Francisco. Lasciatevi prendere dalla curiosità al ritmo dolce e familiare della gemma della California. Non ho mai sentito nessuno che fosse rimasto tradito da un’esperienza in città e voi, con questa guida, non sarete certo i primi. Lasciatevi quindi andare nella città dell’amore, la più europea al tempo stesso tremendamente americana.

In questa pagina troverete le prima informazioni essenziali della città e un tot di collegamenti ad altre pagine di altri contributor, per entrare più in dettaglio, anche se scrivere di tutto è impossibile. Ricordatevi che gli americani sono super organizzati per il turismo e sono gentilissimi; trovate quindi tantissime informazioni ovunque sul posto e dove non trovate chiedete e avrete!

Ora allacciatevi le cinture, si parte: l’introduzione sensoriale a San Francisco del nostro Monkey!

Arrivare a San Francisco
Qui entra in gioco la tombola dei viaggi in aereo per gli USA. Dall’Italia i voli diretti scordiamoceli. Ora c’è da scegliere se fare scalo in US (Atlanta, Philadelphia meglio di NY) o in Europa (Francoforte, poi Londra e Amsterdam). Quindi speriamo voi partiate da un aeroporto servito. Restare sotto i 650 prenotando con un pò di anticipo è largamente possibile. Quindi in bocca al lupo con Skyscanner.
Una volta arrivati scegliete come arrivare in centro. I taxi vanno ovunque ma una corsa costa sui 40$ (inclusa mancia), altrimenti il BART (treno) costa sugli 8-9 $ ma privilegia fermate nella parte Est della città (la parte vitale, downtown). Oppure una buona media è lo shuttle (un pulmino condiviso), da prendere alle partenze. Vi porta dritto a destinazione seguendo il percorso degli altri passeggeri, così vi vedete un pò la città e costa meno di un taxi (sui 15-20$).

Dormire a San Francisco
Destinazione molto apprezzata dai turisti, dove la terra costa caro e naturalmente gli alloggi ne risentono. Ma non dimenticate che è la città più accogliente, quindi c’è un pò di tutto. Se volete provare un’esperienza californiana buttatevi sul circuito Couchsurfing, che è nato a San Francisco. Troverete un sacco di gente e magari partecipate anche a uno degli incontri settimanali, davvero interessanti.
Altrimenti se cercate un posto in dormitorio andate nei posti HI, c’è n’è uno a Downtown a Union Square e uno fuori con un ottimo parcheggio per la macchina e molto tranquillo. Si dorme in dormitorio per pochi USD, una camera doppia vanno intorno ai 50-60 USD. C’è un sacco di offerta intorno a Union Square che è in posizione centrale ma un pò caotica e non sempre ideale per il mangiare. Provate a cercare qualcosa su California St, che è ben collegata e in posizione West, verso l’angolo con Van Nees, tipo il Cable Car Court Hotel, semplice, pulito e funzionale. Poi tutto dipenda da quanto vi piace camminare.

la vista da alcatraz, magari provate in una giornata di sole

la vista da alcatraz, magari provate in una giornata di sole

Muoversi a San Francisco
E’ facile sia a piedi, nonostante le colline che con i mezzi pubblici. Se avete una macchina farete rapidamente l’abitudine alle direzioni alternate delle vie (una porta a Est, l’altra a Ovest e via così). Fate attenzione perchè i parcheggi in centro non sono abbondantissimi e il controllo è stretto (detto da uno che si è fatto portare via il furgone per la pulizia delle strade, che avventura!). Nello spicciolo i dettagli li avete in quest’altro articolo del nostro Monkey. Io mi limito a consigliarvi un giro sulle Cable Car con visita al loro museo. Il modo segreto però di muoversi nel perimetro largo (al centro di downtown ci sono le colline) di San Francisco è invece la bicicletta, in perfetto stile californiano green e slow. Guardatevi in giro per trovare un noleggio, magari chiedete dove dormite e provate a farvi un giretto e vedrete che ne vale la pena. Vale una bella foto alternativa uscendo da Lombard Street, no?

Cosa Fare a San Francisco
San Francisco soddisferà sia gli amanti dei siti da vedere, che delle esperienze da vivere, dipende dalla vostra curiosità. Dimenticate di essere dei turisti, le foto ricordo tradizionali e gli zaini pesanti. State leggeri e godetevela. Non preoccupatevi delle cose che non farete ma godetevi bene quello che fate. E fate attenzione alla zona turistica dei Pier dove le truffe e le fregature abbondano in mezzo a qualche scoperta interessante. Qua di seguito una classifica delle cose secondo me da non perdere e i consigli. Se state agli ostelli di HI hanno dei giri gratutiti per una giornata a piedi davvero carini.

Da non perdere
Golden gate bridge – Il perchè lo sappiamo già ma ce lo ricorda il solito Monkey.
Downtown – la parte a nord di Market Street, partendo (o arrivando) a Union Square attraverso i svariati colli, via Chinatown per poi scendere verso il fishermen’s wharf con la Colombo, fermandosi a bere un caffè al caffè trieste magari (trovatelo in una laterale;) ) passando a salutare Jack Kerouac. Salite poi al Pioneer Park per salire sull’idrante (Coit Tower) e scendere a Levi’s Plaza per i giardini dietro. Fuori giro ma carino da vedere Alamo Park e le casette che lo contornano (ve ne parleranno prima o poi).
Fishermen’s wharf – poche cose, un giro su e giù per il Pier 39, magari trovate chi vende i panini con i gamberetti freschi e se volete fate un giro sul sottomarino Pampanito. Il resto è fuffa da turisti.
Mission District – un altro quartiere iconico di San Francisco, con i consigli del nostro Monkey. A cui aggiungo un giro per i negozi di abiti usati e vintage. Alcuni cari, altri meno, però interessanti da scoprire. Varcate i confini e completate il giro anche a Castro, merita.
Farmer’s markets – I mercati dei produttori locali, chiedete le mappe/orari aggiornati nel posto dove alloggiate e passateci in uno dei vostri giri in città perchè ci mangiate bene e a poco prezzo e sono una bella esperienza da vedere.

per San Francisco passa la 101, la strada che costeggia tutta la costa ovest, wow!

per San Francisco passa la 101, la strada che costeggia tutta la costa ovest, wow!

Consigliati per i patiti
Alcatraz – ebbene si, interessante ma non proprio indispensabile perchè costicchia (sui 30 USD) e non sono sicuro li valga davvero. Andateci con uno degli ultimi giri possibili a metà pomeriggio per poi godervi il tramonto sulla città al ritorno.
Berkeley – verso Oakland, sulla terraferma, una delle università più rinomate del mondo, in un’atmosfera tipicamente di San Francisco. Fatevi un giro al campus se siete del tema e cercate il parcheggio riservato ai premi Nobel!
Arte & cultura – un grandissimo Guitar Center (su Van Nees), i locali dove hanno mosso i primi passi Metallica, Green Day e tantissimi altri e tanta cultura legata a teatro e pittura (bello il MoMA ma deve piacere, richiede un’abbondante mezza giornata e costa più di 20 USD). Se vi piace un tema, buttatevi e scoprirete di tutto e di più. Magari passate una serata in uno dei locali intorno a Fillmore e Alamo Square, ci sono parecchi bei concerti a prezzi abbordabili. Se avete una macchina chiedete della prigione di Cash, Johnny Cash.
Sport – avete mai assistito a una partita di baseball ?!? Un consiglio: andate a vedere i 49ers all’AT&T center o almeno fateci una camminata (è oltre Market, sul lato interno della baia) perchè è aperto e si può visitare da una parte delle gradinate. Stupendo. Altrimenti non siete lontani da Oakland o Sacramento. E non mancatevi il college basketball.
Shopping – per i patiti che hanno soldi da spendere c’è n’è a voglia intorno a Market street, col primo Apple Store ma anche parecchi negozi di marchi (tipo Levi’s) che costano sicuramente meno che a casa.
A nord del Golden Gate – è carino se avete una bici o una macchina anche il ponte al ritorno costa 6 USD (!!!), quindi magari includetelo in un itinerario più lungo. Ci sono i Muir Woods dove vedrete qualche bella sequoia, poi sulla costa un posto dove curano i leoni marini (Marin Mammal Center) e una batteria di missili nucleari dormiente durante la guerra fredda. All’interno della baia invece c’è il porticciolo un pò chic di Sausalito, dove vengono ad abitare i ricchi di San Francisco.

Non dimenticate che San Francisco è anche un ottimo punto di partenza (o di arrivo) per tante altre attività. E’ spesso parte di road-trip intorno alla costa ovest o di coast-to-coast data la sua vicinanza a Las Vegas e Yosemite National Park.

Inoltre è un punto di passaggio obbligato qualora decideste di andare al Burning Man (noi pure ci siamo stati 😉 ).

E se alla fine non vi siete ancora decisi se andarci o meno, andateci lo stesso e non ve ne pentirete!!!