Trip-Guida Rwanda

L’Africa, malgrado paesaggi mozzafiato e una flora e fauna incredibili, non è sempre un continente preso seriamente in considerazione quando si tratta di fare dei viaggi disorganizzati o indipendenti. Oggi cerchiamo di smentirvi, cercando di farvi visitare un Paese purtroppo conosciuto quasi esclusivamente per il dramma che ha vissuto nel 1994, il Rwanda.

Silverback, in Rwanda

Silverback, in Rwanda

Perchè visitare il Rwanda: perchè è sicuro, piccolo e con buoni trasporti. Perchè ha attrative uniche: i gorilla di montagna e la storia legata al triste genocidio ne fanno un paese  per viaggiatori di una certa consapevolezza. Perchè si inserisce bene in un itinerario regionale (Uganda-Burundi-Tanzania-Congo) e i rwandesi sono accoglienti. Perchè si aiuta un paese che, malgrado certe pecche, sta dimostrando che lo sviluppo in Africa è possibile, anche nelle situazioni più impensabili.

Quanto costa
Cose economiche: benzina (1,2 USD/l), mangiare (5 – 15 USD con bibita), meno fuori Kigali. Alcuni alloggi, specialmente in campeggio (da 10 a 40 USD). Ormai in tantissimi bar e cafè a Kigali avete wifi gratutito (il paese è coperto interamente da fibre ottiche).
Meno economiche: attività (vedi articoli), trasporti privati nel paese spesso necessari.
L’ideale è un gruppi da 2-4 persone.

Come arrivare
Arrivare in Rwanda è abbastanza facile. Da Nairobi numerose compagnie volano su Kigali e Rwandair offre servizio diretto a circa 180 USD a/r. L’aereoporto è poco fuori dal centro di Kigali (10 min, 15 con traffico) e una corsa verso la parte centrale sono circa 10 USD. Altrimenti per strada potete raggiungere Kigali sia da Kampala (Uganda, in 9 ore circa, con una decina di dollari) che da Bujumbura (Burundi, in circa 7 ore, per 5-8 dollari). Ugualmente potete fare il tragitto in entrambi i sensi (molto bello) noleggiando una macchina. La macchina privata a Kigali è per me un’ottima possibilità, ne trovate a partire da 45-50 USD in ordine e documenti in regola. Dormendo nei campeggi si fa una bella esperienza.

Kigali (2 notti)
Da poco rinnovato il Discover Rwanda Youth Hostel è la scelta migliore. Gestito da giovani ragazzi, molti aperti ed ospitali il posto è pulito, sicuro e la migliore opzione per un viaggio backpacker, con prezzi da 10-15 Eur a notte in dormitori da 4-8 e camere da 20 Eur in su. Per dei consiglio su come muoversi o delle gite con delle guide chiedete pure a loro, che sono preparati e formati. In città girate con i taxi moto che per pochi franchi (da 1 a 2 USD) vi portano ovunque. Ci sono essenzialmente due cose da fare a Kigali: visitare il Memoriale del Genocidio, molto bello e ben fatto e il Museo Presidenziale, verso Kanonmbe. Fate tutto in 2 giorni con calma, per intermezzare con 4 passi in centro.

Il trekking dei gorilla di montagna a Ruhengeri (1 notte)
L’esperienza incortunabile se scegliete di passare dal Rwanda. E’ caro, il permesso costa 500 USD ma dovete prenotarlo in anticipo, magari due settimane prima) e potete farlo attraverso il sito del Rwanda Tourist Board; potete poi ritirarlo una volta a Kigali, visto che il Tourist Board ha un comodo ufficio in centro. A Ruhengeri ci arrivate in 2 ore circa. Per il trekking, che parte la mattina presto, arrivate la notte prima da Kigali e state alla Fatima Guesthouse (intorno ai 20-25 Eur a notte). Per trovare i gorilla seguirete una guida e di solito in un’ora o due al massimo li trovate (io c’ho messo un’ora e mezza), poi state un pò con loro e verso la mezza tornate giù. La foresta è bellissima, portatevi delle scarpe adatte, specialmente in stagione delle piogge. Nel pomeriggio levate le tende e continuate il viaggio.

Giseny (1 notte)
Spassatevela sulla spiaggetta sul lago Kivu di fronte al “monstre” congolese, magari stando al Paradis. Cercate pesce se ne trovate, perchè nel Kivu solitamente non c’è.

Rubavu e il lago Kivu

Rubavu e il lago Kivu

Da Giseny a Rubavu.
Ci vuole una giornata di fuoristrada per giungere da Giseny a Rubavu, fiancheggiando il lago Kivu. Bei paesaggi, strada calma, fermatevi nei villaggeti per strada, poi a Rubavu, per riposarvi andate a stare al belvedere o al Mostej per qualcosa di più economico.

Nyungwe Park (1 notte) e ritorno a Kigali via Butare
Sulla strada da Rubavu a Kigali, nei distretti sud-ovest c’è il bellissimo e variegato Nyungwe Park. Se volete fermarvi una notte o fate campeggio o c’è la Gisakura Guesthouse, semplice e gestita dalla gente del Tourist Board, a 2km dall’entrata Ovest (sui 40 USD/notte)  Da fare nel parco c’è sicuramente la Waterfalls Trail, vicino all’entrata ovest. L’indomani ritornate a Kigali passando per Butare, un’altra città simbolo del genocidio.

Se avete più giorni o volete evitare di fare il giro a Ovesr passate al Parco dell’Akagera
A un paio d’ore da Kigali (verso Est) e raggiungibile con un taxi è una discreta riserva di animali da savana:elefanti, bufali, giraffe, zebre e qualche leopardo e leone. E’ carino se non mai fatto un safari prima, se invece siete già stati in Kenya o Tanzania meglio evitare, anche perchè è abbastanza caro. In effetti dovrete comunque avere una macchina per un paio di notti (circa 200 USD con autista, più carburante), più i 20 di ingresso. Se siete in gruppo magari ne vale la pena, altrimenti dura.